Misure di contenimento "Coronavirus" - smart working Robyone

Visto il DPCM del 9 marzo 2020, Robyone ha ritenuto opportuno attivare la modalità di smart-working (lavoro agile) per i propri collaboratori, pertanto, al momento, non siamo più raggiungibili telefonicamente o via mail ma solo attraverso la modalità di ticket inserita all’interno del vostro ONEDESK alla voce “assistenza”.

Inoltre, rispettando le indicazioni di limitare gli spostamenti solo per effettive urgenze e per senso di responsabilità nel tentativo di contenere il dilagare del “Coronavirus” abbiamo deciso di annullare gli appuntamenti in presenza, cercando di favorire nuove modalità telematiche attraverso la videoconferenza ove possibile. Sarete contattati dal nostro staff per concordare tempi e modalità.

Certi nella collaborazione e nel senso di responsabilità di tutti per arginare questa epidemia che sta affliggendo il nostro Paese, auspichiamo di poter ripristinare al più presto la normale attività lavorativa.

#iorestoacasa

97/2016: Accesso civico e generalizzato

Per “accesso civico” si intende l'accesso ai documenti oggetto degli obblighi di pubblicazione secondo le vigenti disposizioni normative, come previsto dal comma 1 dell’articolo 5 del decreto 97/2016. In sostanza la richiesta viene effettuata per quei dati o documenti previsti nelle sezioni dell’Amministrazione Trasparente che non sono stati pubblicati.

Per “accesso generalizzato” si intende il diritto da parte del cittadino di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni al di fuori degli obblighi di pubblicazione in base al comma 2 dell’articolo 5 del decreto 97/2016, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico.

Il Responsabile della Trasparenza, ricevuta la richiesta, provvede a valutare quali documenti fornire al fine di tutelare gli interessi pubblici e privati, oltre a considerare il carico di lavoro derivato dall’ottemperanza della richiesta. Entro trenta giorni le informazioni richieste verranno fornite al richiedente secondo la modalità da lui stesso indicata e, se previsto dalla normativa, pubblicate nel sito web. Nel caso di ritardo o mancata risposta nei tempi previsti, il richiedente può ricorrere al Responsabile del potere sostitutivo.

Si ricorda che non è ammissibile una richiesta meramente esplorativa, volta semplicemente a “scoprire” di quali informazioni l’amministrazione dispone. Le richieste non devono essere generiche, ma consentire l’individuazione del dato, del documento o dell’informazione, con riferimento, almeno, alla loro natura e al loro oggetto.

Robyone si propone di aiutare gli enti pubblici a gestire le richieste pervenute, fornendo indicazioni operative in base alla normativa.