190/2012 Anticorruzione

Il Piano Triennale di prevenzione della corruzione è il documento previsto dall’articolo 1 della Legge 190/2012 quale modalità attraverso la quale le Amministrazioni Pubbliche definiscono e comunicano all’Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.A.C.) e al Dipartimento della Funzione Pubblica “la valutazione del diverso livello di esposizione degli uffici a rischio di corruzione e indicano gli interventi organizzativi volti a prevenire il medesimo rischio”.

Il Piano rappresenta lo strumento attraverso il quale l’ente descrive il “processo” finalizzato a implementare una strategia di prevenzione del fenomeno corruttivo, ovvero all’individuazione e all’attivazione di azioni, ponderate e coerenti, tra loro capaci di ridurre significativamente il rischio di comportamenti corrotti.

L’attuazione di strategie mirate a prevenire fenomeni corruttivi discende necessariamente dall’implementazione di un sistema di analisi e gestione del rischio, da un processo di “risk management”. Il risk management può essere definito come il sistema, fondato su una metodologia logica e sistematica che consente, attraverso step successivi, di identificare, analizzare, valutare, eliminare e monitorare i rischi associati a qualsiasi attività o processo.

La Robyone aiuta l’Ente nella redazione del Piano.